Top

La banda che dà una seconda vita agli oggetti diventa un “metodo” -Altreconomia

Banda Rulli Frulli / News  / La banda che dà una seconda vita agli oggetti diventa un “metodo” -Altreconomia

La banda che dà una seconda vita agli oggetti diventa un “metodo” -Altreconomia

Ridare una seconda vita agli oggetti ma non solo. Altreconomia intervista il direttore Federico Alberghini che racconta quasi “dieci anni di Banda Rulli Frulli”, un progetto che è diventato una comunità e presto sarà un metodo didattico certificato. A Mani Tese Finale Emilia ha trovato casa e una crescita reciproca fatta di condivisione di idee e spazi.

Luca Viaggi parla infatti di una “coabitazione diventata condivisione di contenuti, nello stile di Mani Tese”. La Ong ha accolto la banda, risistemando un’ala della sede e trasformandola nel “quartier generale” Rulli Frulli (anche grazie a una donazione del chapter organizzato dell’Harley Davidson dell’Emilia-Romagna), le ha fornito pentolame e metalli per creare strumenti musicali e ha creduto nel progetto nato due prima del sisma all’interno della Fondazione C.G. Andreoli e promosso con Fondazione Alta Mane Italia.

Dice Federico Alberghini:

“È un gruppo dove tutti sono uguali, dove si superano le differenze di età e di diversa-abilità mentre si costruiscono strumenti musicali con materiali di recupero”, spiega Alberghini, fondatore del gruppo insieme a Marco Golinelli, Federico Bocchi e Sara Setti. “I 70 ragazzi che oggi compongono la banda, di cui 18 con disabilità, salgono sul palco con cestelli dell’asciugatrice trasformati in casse da banda, tubi idraulici suonati con racchette da ping pong, manici di scopa siliconati per farne bacchette e pentole a profusione. Un progetto dove si fa musica per davvero, in cui la musica non fa differenze e toglie le distanze. E il risultato è stato strabiliante”.

 

Leggi l’articolo completo:

“Rulli Frulli”, la banda che dà una seconda vita agli oggetti diventa un “metodo”

 

No Comments

Post a Comment