BANDA RULLI FRULLI
Chi Siamo

LA NOSTRA STORIA

La Banda Rulli Frulli nasce nel 2010 da un’idea di Federico Alberghini all’interno della Fondazione Scuola di Musica Carlo & Guglielmo Andreoli presso la sede di Finale Emilia. Il progetto inizia come marching band e i primi ragazzi che partecipano sono all’incirca una decina, suoi allievi del corso individuale di batteria. L’intento di Federico Alberghini (direttore) era quello di creare una banda composta da persone diverse tra loro, sia per età che per abilità: “Volevo creare una banda d’integrazione e le percussioni sono un mezzo molto veloce per far gruppo“.
Oggi il numero dei partecipanti conta ben settanta membri tra bambine, bambini, adolescenti e giovani, un gruppo composito per età , genere e capacità che ha premesso l’inserimento nel progetto di diciotto ragazzi diversamente abili.

Un evento, imprevedibile, ma estremamente significativo per il progetto è stato il sisma che ha colpito l’Emilia nel maggio 2012. In seguito alle scosse nel territorio emiliano la Banda rimane senza la sua sede. Con l’intento di mantenere un centro di aggregazione aperto ai bambini e ragazzi l’attività del progetto però non si ferma e continua. Inizialmente i ragazzi si trovano a provare in sedi di fortuna, poi finalmente in uno spazio strutturato reso disponibile dalla sede di Finale Emilia della ONG Mani Tese.

 

Il fatto di perdere tutto è stata una grande lezione. E’ stato negativo ma positivo. […] Quando manca un centro, un punto di ritrovo, allora si sfilaccia tutto. Invece è stato fondamentale voler trovarsi a tutti i costi” – Annamaria P.

Dal 2013 si è così deciso di portare in un vero e proprio tour lo spettacolo-concerto preparato nei mesi invernali. Da quel momento in poi inizia a mostrarsi un raffinamento progressivo della qualità musicale: il passaggio da marching-band a strumentazione fissa segna la messa in modo di un nuovo spettacolo che ripercorre simbolicamente l’idea della comunità: il Branco (2013), La Ciurma (2014), KRAKEN (2015), Cinquanta Urlanti (2016) e Il mare dalla luna (2017), Arcipelago (2018).

Di anno in anno la crescita musicale della Rulli Frulli ha ampliato le sue opportunità di esibizione portandola in contesti molto ambiti come EXPO (2015), Concerto del Primo Maggio Roma (2016), Materadio 2016 – La festa di Radio 3 Rai (2016) la partecipazione come ospiti musicali nel programma “Stasera Casa Mika” (performance che ha raccolto i complimenti di Jovanotti), accogliere l’arrivo del Papa in visita ai territori emiliani post sisma (2017) ed essere convocati come speaker per TEDx Lago di Como (2017) e appaiono sulla copertina del primo numero di Corriere Buone Notizie e inaugurano la nuova uscita con un concerto (2017). Nel 2018 Tv2000 li invita a Roma come gruppo di apertura nel concerto “Vado Al Massimo” al  Circo massimo esibendosi davanti a 90.000 spettatori.

È nel suo insieme che si osserva il risultato più grande del progetto, la visione di un gruppo che non mostra la disabilità ma la valorizza, in quanto ognuno si trova inserito in una rete sociale di accettazione e rispetto reciproco. Un valore riconosciuto anche dall’Archivio Italiano della generatività sociale (in collaborazione con l’Università La Cattolica di Milano) che ha inserito la Banda Rulli Frulli fra i casi presenti nell’archivio.